Ente strumentale della Fondazione Compagnia di San Paolo

Hood

Pratiche dialogiche nel lavoro con persone senza dimora.

Per sperimentare nel lavoro con le persone  senza dimora il metodo della coprogettazione  capacitante e delle pratiche dialogiche. 

Stato:

In corso

Visita il sito web del progetto:

Quale tema affronta il progetto? 

HOOD – Homeless’s Open Dialogue mira a promuovere l’importanza dell’intervento precoce e a ripensare le forme e gli strumenti della relazione educativa tra operatori sociali e persone senza dimora, alla luce delle riflessioni elaborate dalla coprogettazione capacitante e delle pratiche dialogiche. La coprogettazione capacitante, nata nell’ambito del sostegno alle persone con disabilità, ha la finalità di costruire interventi personalizzati e di redistribuire il potere nella relazione educativa.

 

Quali sono i risultati? 

Le riflessioni che matureranno nel corso del progetto saranno sollecitate e raccolte attraverso percorsi di supervisione e di intervisione – una forma di coaching tra pari – e permetteranno di esplorare potenzialità e limiti di applicazione della metodologia proposta con le persone senza dimora.

Il progetto, vincitore del bando della Commissione Europea “Erasmus+ 2020”, si rivolge in primo luogo a operatrici e operatori impegnati sul tema, chiamati a integrare la metodologia proposta nel loro lavoro quotidiano.

Ente capofila: Fondazione Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo (Italia, Fondazione)

Partner scientifici:

  • Università degli Studi di Torino/Centro Studi DiVi (Italia, Centro Studi, Università)
  • CESIS Centro de Estudos para a Intervenção Social (Portogallo, Centro Studi)

Partner operativi:

  • Klimaka (Grecia, ONG)
  • Projekt Udenfor (Danimarca, ONG)
  • Sant Joan de Déu Serveis Socials (Spagna, ONG)

Partner associati:

  • FEANTSA (Europa, Federazione europea di enti pubblici e del terzo settore)
  • PSD (Italia, Federazione di enti pubblici e del terzo settore)
  • HOGAR SÌ (Spagna, ONG)