L'Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo interviene a favore di persone e famiglie in situazioni di grave difficoltà economica, mediante contributi, o in alcuni casi, altre forme di sostegno e aiuto. Gli interventi sono effettuati a condizione che le situazioni rientrino nei criteri riportati sul sito: www.ufficiopio.it.

Possono presentare domanda di contributo:
  • i cittadini italiani o stranieri (con regolare titolo di soggiorno);
  • i residenti nei comuni di: Torino, Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pecetto Torinese, Pino Torinese, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale;
  • i nuclei familiari anagrafici il cui reddito economico mensile (entrata economica netta mensile meno la spesa di canone di locazione mensile o mutuo mensile fino ad un massimo di 600 euro) non supera le cifre indicate nella tabella sottostante:
    Se la famiglia è composta da: Il reddito economico mensile (come indicato sopra) non deve superare:
    1 persona € 480,00
    2 persone € 580,00
    3 persone € 680,00
    per ogni componente in più + € 100 per ogni componente
Possono presentare domanda di contributo i seguenti nuclei familiari anagrafici:
  • nucleo composto esclusivamente da uno o più adulti che hanno un'età uguale o superiore a 65 anni oppure un'invalidità civile uguale o superiore al 67%;
  • nucleo composto da un solo adulto con a carico almeno un minorenne (o un maggiorenne se ancora iscritto alla scuola superiore o se invalido al 100% e inabile al lavoro);
  • nucleo con a carico almeno un minorenne o un figlio maggiorenne di età uguale o inferiore a 30 anni o di età maggiore se invalido al 100% e inabile al lavoro; il nucleo deve essere stato colpito da eventi che hanno ridotto o reso impossibile provvedere alle fondamentali esigenze di vita con il proprio reddito nel corso degli ultimi 12 mesi.
Non possono presentare domanda di contributo i seguenti nuclei familiari anagrafici:
  • nucleo con uno o più componenti con partita iva aperta o con partita iva chiusa negli ultimi 12 mesi;
  • nucleo inserito in strutture di accoglienza o comunità.

La domanda deve essere presentata preferibilmente attraverso internet, compilando il modulo che si trova al seguente link: www.uffìciopio.it/domanda.
È possibile anche compilare in stampatello il modulo cartaceo e inviarlo per posta o inserirlo nell'apposita cassetta all'indirizzo:

Ufficio Pio (domanda di contributo) - Corso Ferrucci, 3 - 10138 Torino

Se la domanda risulta ammissibile, la persona che ha compilato il modulo sarà contattata per fissare un colloquio di approfondimento. In questa occasione dovrà portare la documentazione in originale che dimostri quanto ha dichiarato nel presente modulo. In caso di documentazione difforme l'Ufficio Pio non potrà procedere con la richiesta di contributo.
Se non si riceve una risposta entro 45 giorni dalla presentazione del modulo, la domanda di contributo siintende non accolta.
Si potrà presentare una nuova domanda solo dopo quattro mesi dalla data di compilazione se permangono i requisiti.
Si prega di evitare qualsiasi forma di sollecito
(scritto, telefonico e simile).

L'ammissibilità della domanda sarà valutata ad insindacabile giudizio dell'Ufficio Pio sulla base dei criteri stabiliti e di una graduatoria di gravità delle diverse situazioni presentate, fino ad esaurimento della disponibilità.


Scarica modulo cartaceo